Sono nato, come molti. A Milano, d’inverno. Poi ho fatto altro, non molto ad essere sinceri. Ad un certo punto mi sono laureato ed ho anche preso un dottorato, guardando il mondo con occhi diversi. Di versi, poetici o animali, è fatto il resto della mia vita. Ho un figlio che è un orizzonte aperto ed una figlia che si estende all’infinito. Studio e leggo molto, parlo meno, ascolto poco. La Matematica e la Fisica sono troppo distanti per essere insegnate, quindi mi limito a parlarne quando ne ho l’occasione. I miei studenti sono dei santi.